Snickers: chi non associa a questo nome quell’immagine disegnata sulla confezione della barretta e quel gusto golosissimo che mescola il cioccolato al caramello e alle arachidi?

Oggi è uno snack assolutamente internazionale, ma le sue origini sono lontanissime nel tempo e anche piuttosto curiose da raccontare.

Le origini

Siamo nel 1930.

Mars, che era attiva già dal 1911, quando Franklin Clarence Mars gettò le basi dell’azienda a Tacoma, Washington, per vendere caramelle insieme alla moglie, immette sul mercato il suo secondo prodotto, dopo la celebre barretta al cioccolato chiamata Milky Way. Si tratta proprio dello Snickers, una nuova barretta che prende il nome da uno dei cavalli di famiglia preferiti.

La cosa curiosa è che lo stesso prodotto, con gli stessi ingredienti, è stato, per un certo periodo di tempo, venduto col nome di Marathon in Regno Unito ed Irlanda. Solo nel 1990 l’azienda decise di riunificare tutto sotto lo stesso nome, anche se, recentemente, dei prodotti chiamati proprio Snickers Marathon sono stati venduti in alcuni shop come barrette energetiche… nonostante contengano più di 285 calorie (per l’esattezza, circa 450).

Un’altro aneddoto curioso riguarda il suo peso: riferendoci alle barrette del Regno Unito, prima del 2009 era di 62.5 grammi, per poi essere ridotto, in quell’anno, a 58 grammi e, ancora, a 48 grammi nel 2013.

Ingredienti golosissimi

Come tutti sappiamo, lo snickers è composto da un cuore di arachidi tostate e salate, mixate a del dolcissimo caramello, ricoperto da gustoso e croccante cioccolato al latte.

Esistono, tuttavia, numerosissime varianti, alcune mai approdate in Italia, che hanno fatto impazzire gli amanti del suo gusto.

Oggi Snickers fa parte della grande famiglia Mars Incorporated e fattura, annualmente, ben 2 miliardi di dollari!